Obbiettivi formativi

Nell’ambito dei percorsi formativi obbligatori nelle aziende pubbliche e private, finalizzati alla tutela delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori durante la prestazione lavorativa, assumono particolare rilievo le attività dedicate ai ruoli organizzativi, quali i Dirigenti.
Il D. Lgs. 81/08 ha fornito, per la prima volta, una definizione legislativa di tali soggetti in relazione a salute e sicurezza sul lavoro, e la rispettiva declaratoria di compiti e responsabilità. A partire dal 15 maggio 2008, pertanto, i programmi di formazione dovranno includere attività dedicate a tali figure.

Il corso è aggiornato al D. Lgs. 106/2009 ed è conforme a quanto stabilito nel Provvedimento Conferenza Stato-Regioni del 21/12/2011 pubblicato in GU n. 8 del 11/01/2012.

A chi è rivolto

Il corso  è rivolto ai lavoratori che all’interno dell’azienda  sovrintendono all’attività lavorativa e garantiscono  il rispetto delle direttive  ricevute  controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa.
Il corso e’ indicato per  capireparto, capocantiere, capisquadra, dirigenti, , capiturno, capiofficina, caposala, geometri, periti,ingegneri, architetti, ecc.

Durata : 16 0re

Programma

Modulo 1 – GIURIDICO – NORMATIVO

Il sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori. Gli organi di vigilanza e le procedure ispettive. I soggetti del Sistema di Prevenzione Aziendale secondo il D. Lgs. 81/2008: compiti, obblighi e responsabilità. Delega e funzioni. La Responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa. La “Responsabilità Amministrativa” delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di responsabilità giuridica (ex D. Lgs. 231/2001). Sistema di qualificazione delle Imprese e la patente a punti in edilizia.

Modulo 2. – GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA

Modelli di organizzazione e gestione della sicurezza. Gestione della documentazione tecnico amministrativa. Obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione. L’organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso e della gestione delle emergenze. Modalità di organizzazione e di esercizio della funzione di vigilanza delle attività lavorative e in ordine all’adempimento degli obblighi previsti al comma 3 bis dell’art. 18 del D. Lgs. n. 81/08. I criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi. Ruolo del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione e protezione.

Modulo 3. – TECNICO – INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI

Criteri e strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi . Rischio Stress lavoro-correlato. Il rischio collegabili al genere, all’età e alla provenienza da altri paesi e alla tipologia contrattuale. Il rischio interferenziale e la gestione del rischio nello svolgimento di lavori in appalto. Le misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione in base ai fattori di rischio. La considerazione degli infortuni mancati e delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori e dei preposti. I dispositivi di protezione individuale. La sorveglianza sanitaria.

Modulo 4. – COMUNICAZIONE, FORMAZIONE E CONSULTAZIONE DEI LAVORATORI

Competenze relazionali e consapevolezza del ruolo. Importanza strategica dell’informazione, della formazione e dell’addestramento quali strumenti di conoscenza della realtà aziendale. Tecniche di comunicazione. Lavoro di gruppo e gestione dei conflitti. Consultazione e partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza. Natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

acquista

 

Inserisci i tuoi dati per ricevere informazioni.

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Oggetto (richiesto)

Il tuo messaggio

captcha

Inserisci il codice sopra

0

Your Cart